Il Portoncino in Legno

Il Portoncino in Legno è la soluzione ideale se cerchi prestazioni eccellenti per quanto riguarda l’isolamento termo-acustico!

Il calore del legno e la sua unicità, rendono la tua porta d’ingresso un piccolo capolavoro che rappresenta al meglio la tua personalità.

La duttilità di questo materiale è impressionante quando ci si inoltra nella produzione di infissi ad alte prestazioni e logicamente vengono considerati come una soluzione di fascia alta, sia per la qualità che per il prezzo.

Portoncino in legno coibentato

Perché non puoi tralasciare i due requisiti fondamentali nella scelta del tuo Portoncino d’ingresso in Legno:

  1. LA SICUREZZA
  2. L’ISOLAMENTO DAGLI AGENTI ESTERNI

 

LA SICUREZZA

La funzione principale di un Portoncino (indipendentemente dal materiale in cui è fatto) è la protezione da eventuali tentativi di effrazione da parte di malintenzionati e le statistiche dimostrano che se il serramento resiste per almeno 3 minuti, nella maggior parte dei casi, il tentativo di intrusione fallisce.

Portoncino in legno
La Normativa Europea definisce, attraverso specifici test, come determinare le prestazioni antieffrazione di un serramento.

A tale scopo la norma attribuisce sei classi di resistenza:

CR 1 il portoncino viene esposto a sollecitazioni tramite carichi statici e dinamici simulando calci, spallate ed attacchi senza impiego di utensili da parte di una ladro occasionale.

CR 2 il portoncino, oltre a subire le sollecitazioni previste per la classe di resistenza 1, viene sottoposto a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con i seguenti attrezzi: cacciavite lungo 40 cm, cacciavite addizionale, cunei, pinza, chiave inglese.

CR 3 il portoncino, oltre a subire le sollecitazioni previste per le classi di resistenza 1 e 2, viene sottoposto a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con l’aggiunta di un piede di porco, cacciaviti, cunei.

CR 4 il portoncino, oltre a subire le sollecitazioni previste per le classi di resistenza 1, 2 e 3, viene sottoposto a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con l’aggiunta di trapani, seghe, martelli.

CR 5 il portoncino, oltre a subire le sollecitazioni previste per le classi di resistenza 1, 2, 3 e 4, viene sottoposto a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con l’aggiunta di mole, trapani, martelli.

CR 6 il portoncino, oltre a subire le sollecitazioni previste per le classi di resistenza 1, 2, 3, 4 e 5, viene sottoposto a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con l’aggiunta di trapani, seghe ad alta potenza.

l’ISOLAMENTO DAGLI AGENTI ESTERNI

Il tuo Portoncino in Legno deve assicurare, oltre alla sicurezza, benessere per te e per la tua famiglia e migliorare sensibilmente la qualità della tua vita domestica.

Isolare e proteggere la tua casa dagli agenti esterni deve essere una prerogativa insindacabile.

Per garantirti tutto ciò, il portoncino deve ottenere valori elevati nelle seguenti prestazioni:

1. TENUTA ALL’ARIA
Un portoncino chiuso non deve lasciare filtrare aria nel caso di una differenza di pressione tra l’interno e l’esterno, come nel caso del classico colpo di vento prima di una burrasca.
La classificazione viene valutata secondo le norme vigenti e prevede quattro classi di prestazione dalla 1 (livello basso) alla 4 (livello alto).

2. TENUTA ALLA PIOGGIA BATTENTE
Un portoncino chiuso deve impedire infiltrazioni d’acqua sotto l’azione di forti acquazzoni. E’ stabilito anche in questo caso, dalle normative che prevedono nove classi raggiungibili dal serramento, dalla 1A (livello basso) alla 9A (livello alto).

3. RESISTENZA ALLE SOLLECITAZIONI DEL VENTO
Un portoncino non deve lasciare filtrare il vento anche nel caso di forti raffiche provenienti dall’esterno.
Una valutazione di queste prestazioni, viene valutata con la misurazione della differenza di pressione tra faccia esterna e faccia interna del portone d’ingresso che prevede classi dalla 1 (livello basso) alla 5 (livello alto) per la pressione del vento.

4. ISOLAMENTO TERMICO
Un portoncino chiuso deve disperdere meno energia possibile (calore/refrigerazione) attraverso la sua superficie. Per la sua realizzazione, noi di Perini Finestre utilizziamo particolari pannelli coibentati al fine di poterti offrire le maggiori prestazioni possibili.

Portoncino in Legno La classificazione viene valutata secondo la Normativa Europea  considerando le seguenti caratteristiche del prodotto: tipo di legno, spessore medio del telaio/anta, coeffi ciente termico del vetrocamera, resistività interne/esterne.
Il coefficiente viene espresso in W/m2K, come per i serramenti. Maggiore è il valore della trasmittanza termica maggiore risulterà la dispersione di energia.

5. ISOLAMENTO ACUSTICO
Un portoncino chiuso deve consentire il minor passaggio possibile di suono/rumore dall’esterno verso l’interno e viceversa.
Il potere fono-isolante si esprime in decibel (db) e dipende dal telaio, dallo spessore del vetro e dalle modalità di connessione (giunti tra vetro e telaio e giunti tra telaio e muro). 
Maggiore è il valore del potere fono-isolante Rw  maggiore sarà la protezione passiva contro il rumore.

Portoncino in legno

Il Portoncino in Legno: perché dovresti sceglierlo?

L’architettura del legno è stata per secoli l’architettura della gente comune e la sua presenza ha percorso trasversalmente tutte le epoche e tutte le aree geografiche, dalle città medioevali e rinascimentali dell’Europa, ai colonizzatori della corsa all’ovest in America fino popoli dell’Asia e dell’Africa.

E’ un legame millenario quello che lega il legno all’uomo e ne ha accompagnato la Storia.

Il legno resta la materia prima più abbondante in natura, con un costo in termini ambientali nullo se fatto con criteri di preservazione naturale e non con la scellerata deforestazione in diversi casi, purtroppo. 

Inoltre offre garanzie di durata superiori a qualsiasi altro materiale e nel caso specifico dei serramenti, può essere riportato a nuova vita con un attento ripristino.

Le caratteristiche fisiche del legno, lo rendono un materiale unico per la sua eco-compatibilità: è rinnovabile, riciclabile, richiede un limitato consumo di energia nella fase di produzione e posa in opera, non rilascia emissioni, polveri o fibre nocive durante l’impiego e si smaltisce restituendo l’energia accumulata, se è utilizzato in processi di termovalorizzazione.

Inoltre, il legno è l’unico materiale che necessita solo di acqua, aria e sole per crescere.

Per noi di Perini Finestre, produrre portoncini a basso impatto ambientale, significa offrire una soluzione che una volta esaurito il proprio ciclo vitale, non rappresenti un onere rilevante per essere smaltito.

Il Portoncino in Legno è la soluzione ideale per le tue esigenze? Potrò dirtelo solamente dopo una consulenza direttamente a casa tua.

Perini Daniele

Daniele Perini

Ciao sono Daniele ed assieme a mio fratello Ivan, mi occupo della parte progettuale ed esecutiva di Perini Finestre.
Fin da piccolo, sono stato abituato a sentire il profumo del legno nel laboratorio di mio padre Giorgio. Grazie alla sue abilità artigianali, ho imparato il suo mestiere, coniugandolo al nostro Sistema di Lavoro: Consulenza, Progettazione, Posa.
Questo Blog l’ho creato appositamente per te che stai muovendo i primi passi nel mondo delle Finestre, dandoti preziose informazioni e la giusta soluzione alle tue esigenze

Lascia un commento