Infissi a Cerro Veronese

La maggior parte delle volte, veniamo contattati da persone con le idee confuse per quanto riguarda gli infissi.

Vuoi per pigrizia, vuoi per lo scarso interesse sull’argomento (anche perché, in teoria, le finestre vengono sostituite 1 o 2 volte nella vita non destando grosse preoccupazioni nel breve periodo), ci espongono dubbi e perplessità allarmanti.

Mi spiego meglio.

Sono talmente sviati da tanti miei colleghi serramentisti, sulle reali problematiche delle loro abitazioni, da non accorgersi che li si vuole vendere solamente un prodotto.

Sono stati convinti che per risolvere i loro problemi di muffa, spifferi, condensa e quant’altro, basti sostituire i vecchi infissi con dei nuovi ed il gioco è fatto.

Per arrivare a questo, diversi miei “colleghi”, utilizzano un linguaggio tecnico così complesso per le persone comuni che queste non capiscono più nulla e finiscono, a volte, con l’acquistare infissi scadenti, posati ancora peggio.

E’ la storia di Luca e Giovanna.

Infissi a Cerro Veronese

Qualche hanno fa, hanno acquistato una villetta a Cerro Veronese. Una vecchia casa di villeggiatura degli anni ’70, formata da due appartamenti, che andavano restaurati in ogni loro parte, dall’impiantistica all’isolamento e così via.

Solo per renderti l’idea, la loro situazione era questa.Muffa in ogni angolo e spifferi ovunque.

Finito il classico tour di preventivi, i lavori iniziano senza problemi per uno degli appartamenti. L’altro sarebbe stato restaurato più avanti.

Non vengono risparmiati soldi per quanto concerne l’isolamento e tutto procede bene fin quando non si imbattono nella scelta del serramentista.

Luca mi raccontava di aver interpellato due aziende del posto e candidamente, di aver scelto quella col preventivo più basso.

Mostrandomi i resoconti, ammise di non aver capito nulla di tutti quei termini tecnici: venivano elencati in maniera classica i valori di isolamento della finetra, del tipo di vetro, la ferramenta, la finitura ed il colore degli infissi ecc. ecc.

Alla mia domanda: “E la posa?” Luca rimase sconcertato.

Non ve n’era traccia sul preventivo ed il serramentista non l’aveva mai nominata neanche verbalmente. 

Luca mi disse che il tecnico non faceva altro che parlare del suo prodotto, delle prestazioni eccelse e dei vantaggi economici che avrebbe avuto dalle sue nuove finestre.

“Il miglior prodotto in circolazione al prezzo più basso!”.

Non voglio divulgarmi sul modello e sulla marca delle finestre, poco importa. Qui si trattava di un particolare ben più importante, ovvero: “Ma come sono stati installati i nuovi infissi?

Intervenendo, Giovanna mi disse che a parte schiuma e silicone, non aveva visto altro.

Per curiosità, chiesi di poter controllare di persona. Attorno alla cornice coprifilo (è la cornice di finitura per coprire proprio i materiali di fissaggio, per intenderci), chili di silicone scadente.

La sposto e trovo la schiuma isolante: appena la tocco, si sbriciola e faccio notare a Luca la scarsa qualità della posa. 

Non credeva ai suoi occhi: le finestre erano state installate appena due anni prima e già presentavano questi problemi!

Gli dissi di contattare l’azienda venditrice e di farsi risolvere il problema prima possibile altrimenti sarebbero stati guai con l’arrivo dell’inverno. Presi come esempio la situazione di una nostra cliente, descritta in questo articolo Finestre a Grezzana: la migliore offerta.

Luca e Giovanna si erano fidati dell’azienda a cui avevano commissionata la sostituzione dei loro serramenti, pagando con tempo e denaro per un lavoro eseguito in modo grossolano.

Allettati dalla migliore offerta, non si sono interessati su come sarebbero stati eseguiti i lavori né sono stati informati sulla posa corretta dei loro infissi.

La posa influisce quasi del 70% sulle prestazioni finali di isolamento e tenuta delle tue nuove finestre. Ti invito a leggere quest’altro mio articolo La posa corretta del serramento e la sua importanza.

Ma torniamo ai giorni nostri.

Infissi a Cerro Veronese

Abbiamo lasciato Luca e Giovanna nella disperazione di aver buttato via i loro soldi ed essere stati “fregati” dal venditore di turno.

Ora, dopo un sopralluogo, ho proposto loro la migliore soluzione alle loro problematiche, ovvero:

  • re-installare le finestre presenti secondo la nostra posa qualificata;
  • posare i nuovi infissi del secondo appartamento con il medesimo sistema;

Sono rimasti entusiasti del nostro Metodo di Lavoro, chiaro ed esplicativo. Non ci sono sotterfugi perché abbiamo fatto della trasparenza un nostro imperativo.

La trattativa si è conclusa nel migliore dei modi, anche a fronte di una spesa maggiore rispetto ai nostri concorrenti ed il lavoro ci è stato commissionato senza indugi.

E sai il perché? 

Noi di Perini Finestre non ti venderemo solo un prodotto ma anche il nostro Sistema.

Vuoi saperne di più?

Lascia i tuoi dati o scarica la nostra “Guida all’acquisto” compilando il Form che trovi in alto a destra: troverai preziosi consigli nella scelta delle tue nuove finestre

Perini Daniele

Daniele Perini

Ciao sono Daniele ed assieme a mio fratello Ivan, mi occupo della parte progettuale ed esecutiva di Perini Finestre.
Fin da piccolo, sono stato abituato a sentire il profumo del legno nel laboratorio di mio padre Giorgio. Grazie alla sue abilità artigianali, ho imparato il suo mestiere, coniugandolo al nostro Sistema di Lavoro: Consulenza, Progettazione, Posa.
Questo Blog l’ho creato appositamente per te che stai muovendo i primi passi nel mondo delle Finestre, dandoti preziose informazioni e la giusta soluzione alle tue esigenze

Lascia un commento

Vuoi accedere all’Ecobonus 110% e non sai a chi rivolgerti?

Perini Finestre Verona è al tuo fianco per aiutarti a capire se puoi realmente
accedere al nuovo Super Ecobonus per riqualificare la tua casa.
Siamo pronti a darti tutto il supporto necessario per realizzare i tuoi progetti di

ristrutturazione e riconversione energetica.